Soggetti e oggetti dell’utopia: archivi dei sentimenti e culture pubbliche

 

Dal 22 al 28 giugno 2012, a Villa Alma Pace (Antignano- Livorno)

 Terza edizione della  Scuola estiva residenziale “Archivi dei sentimenti e culture pubbliche”, erede del Laboratorio di genere ed intercultura “Raccontar(si)”, luogo di confronto e crescita di tante donne , giovani (e non solo) dal 2001.

 La scuola si apre a un nuovo progetto che continua a interrogare la memoria e l’iscrizione del sentire attraverso oggetti tangibili  e di conoscenza nel quotidiano, nella politica, nella letteratura, nell’arte (Taro, Modotti, Niki de Saint Phalle) e nelle culture pubbliche. La crisi del punto di vista, tipica dell’intercultura di genere intesa come molteplicità di approcci e visioni di resistenza,  permette  di ri-significare l’incontro con l’alterità. L’estraneità, intesa come visione alternativa del reale, diventa un oggetto diversamente declinato dalle studiose di cui parleremo  (Haraway, Barad, Braidotti, Sandoval, Putino e altre), e da scrittrici nostre ospiti quali Kuruvilla, Treder, Mujčić. Attraverso testi di prosa, di poesia, immagini artistiche e rappresentazioni mediatiche emergeranno oggetti e soggetti legati all’utopia: utopie dei femminismi tra resistenza e visionarietà; utopia del potere e potere dell’utopia.

  programma 2013

 

 

Vi aspettiamo!

        Se proprio non ce la fate a regalarvi sette giorni di confronto, incontro, scoperte e divertimento in un luogo assai bello, in riva al mare,  potete anche partecipare per un periodo più breve o additittura per una singola giornata.

 

 

Per le iscrizioni e le informazioni: Clotilde Barbarulli barbarulli@tiscalinet.it e/o Liana Borghi liborg@cosmos.it

Visitate anche:

  https://www.facebook.com/pages/Intercultura-di-genere/288921937839380 

http://www.interculturadigenere.eu/

 

 

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento