Lampedusa. Conversazioni su isole, politica, migranti

Il Mediterraneo è un mare di migrazioni. In mezzo a quel mare c'è Lampedusa, da sempre luogo di incontro di persone in fuga e di persone aggrappate a un pezzo di terra.  Tutte in mezzo al mare.

E a Lampedusa è sindaca, dal maggio 2012 Giusi Nicolini.

 

 

 

Con lei ha intessuto un fitto dialogo, che ancora continua, Marta Bellingreri. Da qui nasce

 Lampedusa. Conversazioni su isole, politica, migranti (Edizioni GruppoAbele, 2013)

 

Incontriamo Marta Bellingreri

Lunedì 9 dicembre 2013, ore 16,30

Libreria Erasmo, viale Avvalorati 62 Livorno

 

«Tutti devono sapere che è Lampedusa, con i suoi abitanti, con le forze preposte al soccorso e all'accoglienza, che dà dignità di essere umani a queste persone, che dà dignità al nostro Paese e all'Europa intera. Allora, se questi morti sono soltanto nostri, allora io voglio ricever i telegrammi di condoglianze dopo ogni annegato che mi viene consegnato. Come se avesse la pelle bianca, come se fosse un figlio nostro annegato durante una vacanza.» (Giusy Nicolini, sindaca di Lampedusa)

 

Marta Bellingreri, specializzata in Storia dei Paesi Arabo-islamici e del Mediterraneo, ha vissuto in Siria, Libano, Palestina, Egitto, Giordania e negli ultimi due anni in Tunisia. Nel 2010 e nel 2011 ha lavorato a Palermo (dove ha fondato l'associazione DI.A.Ri.A.), a Lampedusa e a Roma, come insegnante di italiano e mediatrice culturale con minori stranieri non accompagnati. Viaggiando e scoprendo, ha scritto racconti, articoli e reportage per Napoli Monitor, Fortress Europe, il Manifesto, Terre Libere, l'Espresso.

L'incontro è promosso dalla Associazione Evelina De Magistris Livorno, all'interno del Progetto TESSERE, in collaborazione con le Associazioni Ci sia acqua ai due lati e Ippogrifo

Una recensione di Antonella De Vito su Il Tirreno del 21 novembre 2013

 

 

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento