Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

DOLCERIDENTE. LA SCOPERTA DI GASPARA STAMPA

settembre 24 @ 17:00 - 19:30

"Oggi penso di nuovo a Gaspara Stampa. Quella era un genio, mi pare. Debbo parlarne”

Lunedì  24 settembre 2018, ore 17

Biblioteca Comunale Bottini dell’Olio Piazza del Luogo Pio, Livorno

Incontriamo

Monica Farnetti ed il suo libro 

Dolceridente. La scoperta di Gaspara Stampa (ed. Moretti & Vitali)

È la prima monografia in Italia interamente dedicata a Gaspara Stampa, una giovane poetessa piena di talento che nella Venezia degli anni fulgenti del Rinascimento riesce a imporre con grazia e durevolmente la propria autorità nell’ambiente intellettuale e artistico cittadino, ….  scegliendo lo stare “qui” per indicarci quanto di grande e di irrinunciabile vi è contenuto: la meraviglia di essere un corpo vivo, l’estasi che proviene dalla materialità delle cose, e la sovrabbondante bellezza del mondo terreno.

Scheda del libro 

“Oggi penso di nuovo a Gaspara Stampa. Quella era un genio, mi pare. Debbo parlarne”. La citazione di Cristina Campo è posta all’inizio del testo che Monica Farnetti ha dedicato alla poetessa veneta. Un genio, scrive Farnetti, che possiede una grande “capacità di pensare la vita e di pensarla radicalmente, facendo tesoro – un tesoro di esperienza e di conoscenza insieme – di quanto le accade e versandolo in rime che lo rendono memorabile, nonché disponibile all’accesso altrui. Gaspara Stampa (1523-1554) accompagna “con la scrittura la vita nelle continue trasformazioni che impone”: trasformando, di conseguenza, il suo sguardo sul mondo. Così come ha adattato a sé il codice complesso del petrarchismo; così come l’amore che canta non è unico, e il suo universo poetico assume una fisionomia “non più tolemaica ma copernicana, a più fuochi. Così come ha prestato attenzione alla comunità ed alle relazioni femminili (di grande interesse il rapporto con la sorella Cassandra, che protesse i suoi scritti e li fece circolare, dopo la sua prematura morte), ed ha scelto lo “stare ‘qui’ per indicarci quanto di grande e di irrinunciabile vi è contenuto: per esempio la meraviglia di essere un corpo vivo, l’estasi che proviene dalla materialità delle cose, e la soverchiante bellezza del mondo terreno”. Il senso della bellezza e del ‘qui’, colto anche da Ingeborg Bachmann che spesso cita, nelle sue opere, la divisa di Gaspara Stampa: “Vivere ardendo e non sentire il male”.

 

 

 

Monica Farnetti insegna Letteratura italiana presso il dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali a Sassari. E’ socia dall’origine della Società Italiana delle Letterate e frequenta assiduamente gruppi di lavoro sul pensiero e la scrittura delle donne.  Ha pubblicato monografie su autori antichi e moderni della letteratura italiana e sulla scrittura delle donne.

 

Primo incontro del ciclo Amiche remote

“ … creature non dimenticabili giacenti ma non sepolte sotto il peso di innumerevoli secoli …”. Così Anna Banti  definisce le “amiche remote”, quelle autrici, poete, scrittrici che la storia ha ingiustamente posto ai margini o, comunque, scarsamente valorizzato. Per rendere giustizia alla memoria ed alla sapienza di queste donne, ne ricorderemo alcune: Gaspara Stampa è la prima.

 

Dettagli

Data:
settembre 24
Ora:
17:00 - 19:30
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , ,

Organizzatori

Associazione Evelina De Magistris Livorno
S.I.L.

Luogo

Biblioteca comunale Bottini dell’Olio Livorno
Piazza del Luogo Pio
Livorno,
+ Google Maps